Come le mani forti influenzano le quotazioni azioni italiane

quotazioni azioni italiane

Come le mani forti influenzano le quotazioni azioni italiane

Studiando la dinamica dei flussi di vendite e ricoperture di tutti gli investitori istituzionali è possibile capire come si muovono le quotazioni azioni italiane  e individuare i titoli sui quali si sta per generare un trend rialzista o ribassista proprio in virtù dell’attività delle “mani forti“.

Con  una semplice logica imitativa sarà possibile accodarsi al loro comportamento e selezionare i titoli su cui ha senso puntare SELL oppure BUY!

 

Quali sono i titoli più venduti allo scoperto ?

Valido ausilio per avere delle attendibili proiezioni di borsa  è la NetshortRank!
Si tratta della  classifica dei titoli più venduti allo scoperto  Piazza affari che viene aggiornata ogni pomeriggio a partire dalle ore 16.00 attraverso il nostro Tool BigShort Hunter .

Attualmente consolida, da oltre un mese, la posizione di  capolista, Banco BPM con ben il 6.57% del capitale detenuto nelle mani di 7 Holder.

Il secondo e terzo posto del podio è un po’ ballerino! Nel momento in cui scriviamo Prysmain si colloca al secondo posto con 4 investitori istituzionali che complessivamente puntano al ribasso del titolo con il 5.29% del capitale shortato.

Medaglia di Bronzo per Ubi Banca , con il 5.08 % del capitale nelle mani di 5 investitori istituzionali.

Di seguito la classifica dei primi 10 titoli piu venduti allo scoperto (che ogni giorno viene aggiornata su BIG SHORT HUNTER)

Occhi puntati su TREVI!

Tra i primi 10 titoli piu venduti allo scoperto ritroviamo TREVI – FIN.  Collocatasi al SETTIMO POSTO della NetShort Rank.

Particolarmente interessante risulterà monitorare  il comportamento degli investitori istituzionali su questo titolo  dopo che il Cda ha approvato l’accordo di ristrutturazione dei debiti con le banche e le misure di rafforzamento patrimoniale: aumento di capitale da 130 milioni in opzione, integralmente garantito; aumento fino a 63,1 milioni riservato alle banche finanziatrici mediante conversione di crediti; aumento fino a 20 milioni riservato a servizio dell’emissione dei ‘loyalty warrant’.

 

Nel giro di 1 anno la percentuale di incremento delle posizioni ribassiste aperte sul titolo si è incrementata di quasi il  40%.  Il 18 luglio di un anno fa il capiatale shortato era pari al 2.93% dopo esattamente 1 anno è salito a 4.07%.

A partire dal mese di luglio dell’anno scorso fino ad ottobre 2018  il titolo è entrato nel mirino degli istituzionali raggiungendo il suo max di vendita 4.39% (NON ASSOLUTO, pèrché quello assoluto è stato il 20/11/2015 a 4.49) allo scoperto il 5 Ottobre. Da quel momento in poi fino a metà giugno 2019 le posizioni short sono state stabilmente alte.

Ecco spiegati i rendimenti di seguito:

1 anno -29,52%

3 mesi -19,64%

1 settimana -3,18%

Flebili segnali di ricopertura hanno iniziato a palesarsi verso la fine di giugno .

2 Sono gli istituzionali che puntano al ribasso di Trevi- FIN :

GSA Capital Partners LLP con il 2.59% di capitale venduto allo scoperto
Ennismore Fund Management Limited con l’1.48%

Sarà MOLTO IMPORTANTE monitorare i movimenti delle mani forti in vista di questo ADC!

Si può restare aggiornati su come le mani forti condizionano le quotazioni azioni italiane e nel caso specifico di TREVI – FIN pagando meno di 0.80 centesimi al giorno abbonandosi al servizio Big Short Hunter https://www.sostrader.it/big-short-hunter-lp/

 

ABOUT THE AUTHOR

wp@manager